• Open Daily: 10am - 10pm
    Alley-side Pickup: 10am - 7pm

    3038 Hennepin Ave Minneapolis, MN
    612-822-4611

Open Daily: 10am - 10pm | Alley-side Pickup: 10am - 7pm
3038 Hennepin Ave Minneapolis, MN
612-822-4611
L'adulatore: Edizione limitata da collezione con nota dell'autore

L'adulatore: Edizione limitata da collezione con nota dell'autore

Paperback

Humor

Currently unavailable to order

ISBN13: 9798729306374
Publisher: Independently Published
Published: Mar 27 2021
Pages: 142
Weight: 0.44
Height: 0.30 Width: 5.98 Depth: 9.02
Language: Italian
L'adulatore è un'opera teatrale in prosa in tre atti di Carlo Goldoni scritta nel 1750 e messa in scena per la prima volta a Mantova durante la primavera dello stesso anno con scarso successo[1]. Si tratta di una delle 16 commedie nuove che l'autore si era impegnato a scrivere in un anno per l'impresario Girolamo Medebach. Per il tema, il commediografo veneziano trasse ispirazione da due precedenti lavori di autori francesi: Le Flatteur (1698) di Jean-Baptiste Rousseau e Le Méchant di Jean-Baptiste-Louis Gresset (1747). Sigismondo è orgoglioso, libertino e avido di denaro al tempo stesso; e quest'ultima passione lo conduce alla rovina. Ha la bassezza di far diminuire le provvisioni della gente di servizio del governatore per aumentare il proprio guadagno. I domestici s'indirizzano a lui per riparare a questo danno. Son benissimo accolti, sono blanditi, accarezzati; ma nulla concludono. Questi disgraziati dunque fanno tra loro lega, e conoscendo bene l'autore della loro perdita, gridano vendetta. Si discorre subito di fucilate, di coltellate. Il cuoco prende l'impegno di avvelenarlo, ed eseguisce l'idea. Ecco don Sigismondo vittima della propria malvagità; muore però pentito, confessa i suoi falli e don Sancio riconosce i propri: la sola governatrice piange la perdita dell'Adulatore.

1 different editions

Also available

Also in

Humor